CHI SIAMO

20092Siamo lavoratori, migranti, studenti, disoccupati, precari che vivono quotidianamente il grigio, la solitudine e l’alienazione che sanno regalarci le nostre città. Siamo sfruttati, sfrattati, emarginati in un mondo in cui regna la competizione e la sete di profitti. Ma siamo convinti possa esistere un modo diverso di vivere la città, un modo collettivo. Per questo abbiamo deciso di aprire uno spazio abbandonato da anni all’incuria, vero emblema della speculazione, per trasformarlo in un luogo che possa rispondere alle tante necessità che ci circondano. E se legalità vuol dire vivere la miseria di stare in mezzo ad una strada accanto alla contraddizione di migliaia di edifici vuoti, la nostra colpa è rifiutare questa ingiustizia.

Se da un lato c’è la città che si mette in vetrina per accogliere turisti in visita ad Expo 2015, dall’altro c’è la città degli sfratti quotidiani, dei licenziamenti, di chi in pochi anni è passato dal sogno del mutuo della casa ad avere come prospettiva post-crisi una vita in strada senza alcun tipo di appiglio economico. Per questo vogliamo costruire un rifugio che possa servire a non lasciare indietro nessuno, autorganizzandoci in forma collettiva e rifiutando l’isolamento individuale e la rassegnazione. Perché ci salviamo solo insieme.

Lo Spazio 20092 sarà una struttura d’emergenza dedicata all’accoglienza di famiglie senza casa, in una realtà in cui non esiste alcun tipo di “materasso” come questo. Ma sarà molto altro ancora, a partire da uno sportello casa gratuito per le famiglie e gli inquilini in difficoltà, un orto sociale, una libreria, un bar, un’aula studio e tanto ancora. Un luogo aperto alle proposte e alla voglia di fare di tutti, in cui ridere, scherzare e socializzare e nello stesso tempo rispondere ai bisogni fondamentali.

Ne discutiamo insieme all’assemblea pubblica di domenica 17 maggio alle 17,00 e tutti i giovedì della settimana. “Lo spazio non sarà né un rifugio di vizi privati, né un porto franco definitivo ma piuttosto un trampolino di lancio per idee, entusiasmo e partecipazione perché la città che vogliamo scuotere è fuori da queste mura”.

Venite a conoscerci, passate a trovarci, fate correre la voce.
Abbiamo sogni grandi.

Cinisello Balsamo, 14/05/15

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...